Prodotti & Marca


Si possono utilizzare i prodotti PHYTO durante la gravidanza e/o l’allattamento?

Dalle nostre conoscenze, non ci sono contro-indicazioni all’uso dei nostri prodotti durante la gravidanza e/o l’allattamento. Nonostante, i cambiamenti ormonali possono rendere l’organismo più sensibile a determinati ingredienti. Dato che ogni caso è particolare consigliamo di chiedere consiglio al medico.   


Vorrei partecipare a Test Clinici sui vostri prodotti. Qual è la procedura da seguire?   

Non reclutiamo volontari per i nostri studi clinici. Per ragioni di obiettività e segretezza gli studi clinici vengono effettuati da laboratori indipendenti che dispongono di panel propri.


Ho avuto una reazione utilizzando un vostro prodotto, cosa devo fare?

Scrivi all’indirizzo cvigilanza@alesgroupe.it indicando il tuo nome, cognome, numero di telefono, il prodotto coinvolto. Il nostro Servizio di Cosmetovigilanza ti contatterà per approfondire l’accaduto.     


Come posso ottenere la lista degli ingredienti?

La lista completa degli ingredienti è indicata sul nostro sito www.Phyto.it e anche sul confezionamento esterno di ciascun prodotto, secondo la regolamentazione vigente. Essa figura sotto il nome di INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients), una nomenclatura universale che assicura una lettura identica della composizione dei prodotti in qualsiasi paese.


È possibile ricevere campioni omaggio?   

Noi non inviamo direttamente campioni. Questi si possono trovare nelle Farmacie e Parafarmacie Fiduciarie, dove ti verrà fornito anche un consiglio personalizzato. Ordinando sul nostro sito www.Phyto.it, ti verranno inviati dei campioni per testare altri prodotti del nostro marchio.


Qual è la scadenza dei prodotti?

Per legge i prodotti che hanno una vita superiore a 30 mesi non devono indicare una data di scadenza ma una durata massima di utilizzo dopo l’apertura (PAO – Period After Opening).
Per questo troverai sia sul packaging esterno che su quello interno un simbolo composto da un vasetto di crema aperta e un numero (es: 6M = 6 mesi) che indica la durata di utilizzo ottimale dopo la prima apertura. I nostri prodotti in fiale monodose (anti-caduta) non sono coinvolti in questa indicazione, questi ultimi devono essere utilizzati immediatamente dopo l’apertura.


I prodotti PHYTO sono testati sugli animali?

Rispettiamo la regolamentazione europea in merito e non pratichiamo test sugli animali.
Questo regolamento si applica oggi sia ai prodotti finiti che agli ingredienti che li compongono.

I prodotti PHYTO contengono i siliconi?

I siliconi sono utilizzati nei prodotti per capelli allo scopo di inguainare la fibra e districare i capelli. Nonostante ciò, hanno la tendenza ad accumularsi sulla fibra, limitando l’assorbimento dei trattamenti.
IMPEGNO PHYTO : Dal 1987, molto prima che diventasse una tendenza, Patrick Alès, fondatore della marca, crea il primo shampoo senza siliconi. E’ la sua expertise, essendo parrucchiere, che lo porta a fare questa scelta: i siliconi impediscono di trattare e acconciare i capelli. Ad oggi, tutti i nostri prodotti sono formulati senza silicone.


I prodotti PHYTO contengono solfati ?

I tensioattivi solfati sono ingredienti impiegati per la loro efficacia detergente e il loro eccellente potere schiumogeno. Sono denigrati dai media per il loro potenziale irritante, che viene in realtà dimostrato solo quando vengono utilizzati in forma pura o in grandi quantità.
IMPEGNO PHYTO : L’incorporazione di tensioattivi solfati è una scelta dei nostri formulatori, a seconda dell’esigenza del cuoio capelluto da trattare. La maggior parte dei nostri prodotti non contiene “solfati” ma, quando è giustificato (forfora grassa, capelli da purificare..), possono essere utilizzati in giusta dose per la loro azione detergente, senza irritare ne seccare il cuoio capelluto.


Gli imballaggi PHYTO sono riciclabili?

Dai nostri flaconi ai nostri imballaggi in cartone: tutto è riciclabile. Inoltre, la carta utilizzata deriva da foreste gestite in maniera sostenibile e certificate FSC.
Stiamo lavorando per limitare gli imballaggi non indispensabili (foglietti illustrativi, confezione esterna,..) per ridurre il nostro impatto sull’ambiente.


Colorazione


Quali sono i segreti per una buona colorazione?


Bisogna innanzitutto scegliere con cura la nuance più adatta al capello da tingere. Per farlo bisogna identificare il colore naturale del capello.
Se i capelli non sono mai stati colorati in precedenza, bisogna osservare le lunghezze e si identifica il colore nelle tonalità della scala internazionale che va dal nero (1) al biondo platino (10).
Se i capelli invece sono già tinti si osserva sia il colore naturale della radice che il colore attuale delle lunghezze.
I capelli naturali si possono schiarire, scurire o anche solo riflessare: per un risultato più naturale e
uniforme, la nuance scelta non deve superare le due tonalità in più o in meno rispetto al colore naturale.
I capelli già tinti si possono solo scurire o riflessare, quindi si potrà scegliere una nuance uguale al colore già utilizzato in precedenza o più scuro (sempre al massimo di due tonalità).

Percepiamo il colore ottenuto più scuro di quanto non sia in realtà. Quindi, nel caso di indecisione tra due nuance, è consigliabile optare sempre per la più chiara.

Inoltre, bisogna valutare anche la percentuale di capelli bianchi in base a questo criterio:
• Fino al 30% dei capelli bianchi: qualche capello bianco appare in alcune zone della capigliatura.
• Fino al 50% dei capelli bianchi: i capelli bianchi sono ripartiti omogeneamente in tutto l’insieme della capigliatura, ma il colore di fondo è da subito riconoscibile.
• Più del 50% dei capelli bianchi: tutti i capelli sono bianchi o i capelli bianchi sono concentrati in alcune zone, più spesso a livello delle tempie.
I capelli bianchi assumono in maniera più intensa il riflesso della nuance applicata e saranno quindi molto più evidenti.
Se la percentuale di capelli bianchi è superiore al 50%, per attenuare i riflessi (per esempio il 6.3), si consiglia di miscelare le basi fondamentali in proporzione identica, con la nuance senza riflessi della stessa tonalità (per esempio metà 6 e metà 6.3).

La colorazione aderirà più velocemente sui capelli porosi, ma allo stesso modo si affievolirà più rapidamente. Per evitare questo effetto, consigliamo di effettuare un “trattamento profondo” come Huile d’Alès, per avere un risultato più uniforme e più duraturo, prima di effettuare la colorazione.
Inoltre, si consiglia di applicare Huile d’Alès sul cuoio capelluto per proteggere la cute durante la colorazione e di aggiungerlo all’interno della miscela colorante per un risultato colore luminoso e naturale.

Quindi consigliamo utilizzare sempre Huile d’Alès prima di procedere alla colorazione:
1/3 della fiala verrà applicato sulle lunghezze; 1/3 sul cuoio capelluto per proteggere la cute delle aggressioni della colorazione; 1/3 all’interno dell’emulsione per potenziare la luminosità e ottenere un risultato più naturale.

Le colorazioni PHYTO contengono ammoniaca ?

I nostri prodotti NON contengono ammoniaca. In PHYTOCOLOR, è stata sostituita dall’etanolammina, derivato dell’ammoniaca rispettoso del cuoio capelluto che non secca i capelli e non lascia odori sgradevoli. L’etanolammina apre le scaglie della fibra capillare e prepara i capelli a ricevere il trattamento di colorazione. Presente in basse concentrazioni, questo componente permette di colorare i capelli in maniera ottimale senza disidratarli, garantendo il massimo confort.

Le colorazioni PHYTO contengono resorcina e PPD* ?

I nostri prodotti NON contengono ne RESORCINA ne PPD (Parafenilediammina), pigmenti di sintesi riconosciuti come potenziali allergizzanti. In PHYTOCOLOR, sono stati sostituiti da altri coloranti di sintesi altrettanto efficaci, noti per essere meno sensibilizzanti (tolueni e derivati della resorcina e PPD). Ciononostante, come per tutti i prodotti di colorazione, non si può escludere la possibilità di una reazione crociata in soggetti sensibili e allergici.

Per questo motivo consigliamo sempre di effettuare il test di sensibilità cutanea, 48 ore prima della colorazione, come indicato sul foglietto illustrativo. Si applica una piccola quantità di crema colorante all’interno dell’avambraccio o dietro all’orecchio. Si ripete l’applicazione 2/3 volte, senza risciacquare, e se dopo 48 ore non ci sono reazioni, si può procedere all’applicazione della colorazione.